Enocommerciale 2000 Roma - Agenzia di rappresentanza di vini - Prestigiose etichette nei migliori wine bar, enoteche e ristoranti di Roma
 

Fiuli Venezia Giulia

-> indietro

fiuli-felluga
 

 


 

 

 

REFOSCO DAL PEDUNCOLO ROSSO RONCO DEI MORERI 2007

 

Nome: Il nome deriva dalla posizione del vigneto. “Ronco” in Friulano è un appezzamento collinare così come i gelsi, alberi di cui è circondata la vigna, in Friulano si chiamano “moreri” .

 

Denominazione: IGT Venezia Giulia

 

Zona di produzione: Nel comune di Farra d’Isonzo, con altitudine di 80 metri sul livello del mare.

Vitigno: 100% Refosco dal peduncolo rosso. Il Refosco dal peduncolo rosso è un’antica varietà autoctona, nata tra Carso e Istria, la cui presenza è attestata fin dal 1467

Terreno: Collinare, costituito durante l'eocene presenta una alternanza di marne (limi e argille calcaree) e arenarie (sabbie cementate). Impermeabile provoca lo scorrimento superficiale delle acque con conseguente erodibilità del terreno, che porta ad una morfologia molto dolce.

 

Forma di allevamento: Guyot.

 

Resa per ceppo: 0.90 kg

 

Modalità di raccolta: Manuale

 

Epoca di vendemmia: Metà ottobre

 

Vinificazione e fermentazione: Le uve separate dai raspi vengono poste a macerare in grossi tini di acciaio per un periodo variabile in funzione dell'annata. Durante questa fase delicate operazioni di follatura consentono di estrarre i nobili componenti precursori del gusto e dell'aroma del vino.

 

Affinamento: Il vino viene lasciato affinare circa dodici mesi in grandi e piccole botti di rovere e per circa sei mesi in bottiglia.

 

Note di degustazione: Colore rosso intenso con leggere sfumature granata. Il profumo si presenta avvolgente ed intrigante, fresco e fruttato ed esprime alcune fragranze che ricordano il lampone e la mora selvatica, splendidamente fuse tra loro. In bocca vi è una piena rispondenza dei profumi. Buona persistenza nel finale.

 

Alcool: 13.5 %

Residuo zuccherino: 2 g/l

Acidità totale: 4.7 g/l

Formato bottiglie: 0,75 l -1.5 l

 

 

   

La fermentazione alcolica delle vinacce può avvenire nel mosto durante la vinificazione e quindi nelle cantine, processo che garantisce una materia prima ricca dei migliori elementi aromatici. Le vinacce vengono ritirate fresche da selezionati fornitori e vengono insilate anche per qualche mese, a partire dall’epoca della prima svinatura. La distillazione viene fatta in impianto discontinuo con otto alambicchi in rame, a vapore diretto per produrre una grappa “grezza” a circa 75 gradi alcolici. La “trasformazione” alla gradazione alcolica finale (50°) viene fatta con diluizione con acqua e filtrazione a freddo, a una temperatura che garantisca di preservare la componente aromatica. Grappa di aspetto limpido e cristallino, si presenta all’olfatto ricca e fine, rigorosa nei sentori e armoniosa al retrogusto. Questo distillato si caratterizza per un rotondo ed equilibrato bouquet.

   -> indietro